Piano Triennale dell'Offerta Formativa

Il PTOF 2019-2022, il cui tema generale è l' "Educazione del cuore 4.0" (cioè al tempo della quarta rivoluzione industriale), è consultabile nelle pagine delle singole scuole.
A partire dal 2021-2022 a questo tema generale fa seguito un altro tema, che si svilupperà poi ampiamente nel PTOF del triennio 2022-2025; il tema è  "I care", cioè "mi importa, mi sta a cuore, mi interessa". I care è la frase che don Lorenzo Milano ha scritto su un cartello appeso su una porta della scuola di Barbiana, da lui fondata in un minuscolo villaggio, letteralmente sparpagliato tra le montagne del Mugello, in Toscana, negli anni ’50 del secolo scorso. Una scuola straordinariamente moderna e ancora adesso modello didattico ed educativo. Quelle due parole riassumevano i principi e gli obiettivi di quella scuola: promuovere attenzione, sollecitudine e cura per l’altro, e un interesse attento e rispettoso, che fosse una presa di coscienza civile e sociale; un interesse ispirato dalla novità dell’annuncio evangelico, che Gesù riprende dall’Antico Testamento (Lv 19, 18) e ripropone come fulcro del suo messaggio: "Ama il prossimo tuo come te stesso" (Mt 22,39; Mc 12, 31; Lc 10,27).
Prendendo spunto dall’ampia riflessione sviluppata da papa Francesco nelle Encicliche Laudato si’ (2015) e Fratelli tutti (2020), dopo il difficile passaggio della pandemia, che ha chiuso studenti, famiglie e docenti nelle proprie case, tra paura e isolamento, vogliamo così idealmente e concretamente riaprire la vita e il cuore, decentrare l’attenzione dal timore e rivolgerla a ciò che di bello ci sta attorno, sollevare lo sguardo (dal monitor del pc, del tablet e dello smartphone...) e guardare di nuovo il mondo, la realtà, i volti di chi ci sta vicino, con attenta e premurosa sollecitudine. E quindi I care: mi sta a cuore, mi interessa.
Dalla contemplazione e cura della Creato (la "Casa comune" la chiama papa Francesco nella Laudato si’) all’attenzione all’altro, agli altri, in "una fraternità aperta, che permette di riconoscere, apprezzare e amare ogni persona al di là della vicinanza fisica, al di là del luogo del mondo dove è nata o dove abita" (Fratelli tutti), passando da quel "come te stesso", cioè la persona umana, da amare al di là di ogni narcisismo e egocentrismo, educandola ad essere ciò che deve essere, cioè immagine di Dio, ontologicamente disposta alla relazione e alla comunione. Si tratta in primo luogo di vedere, osservare, contemplare: la natura, la persona umana, gli altri. Per passare poi dalla visione alla relazione; dalla contemplazione alla cura. Ma anche dalla paura alla fiducia; dalla soddisfazione dei
propri bisogni, alla condivisione con gli altri del bene e dei beni; dall’egocentrica obesità emotiva, che nutre l’ansia e ogni fragilità emotiva, alla sobria ricchezza dei sentimenti di fraternità.

Il PTOF 2022-2025 nella sua predisposizione essenziale è consultabile nelle pagine delle singole scuole.